Abruzzo: Mentre chiude una pizzeria in centro Grimi mette in guardia da Amazon

Mentre ieri è calata la saracinesca di un'altra attività molto nota nell'ambito commerciale giuliese, quella della pizzeria II Borghetto , ubicata addirittura in pieno centro e cioè nel corso Nazario Sauro, Gianluca Grimi, presidente di Assoturismo-Confesercenti, pone il tema su su un altro punto dolente, quanto Amazon possa influire negativamente sul commercio di prossimità.

 

"Da anni -sostiene- avevamo messo in guardia sullo strapotere politico/economico dell'Ecommerce mondiale e, soprattutto, sulla disparità di trattamento con il commercio tradizionale, e avevamo ben avvisato che ciò avrebbe portato alla catastrofe, ebbene, eccola tra noi questa catastrofe.

Il suo nome è Amazon.

No, non intendo scagliarmi contro il nuovo insediamento che, con tutta probabilità, sarà all'autoporto di Vasto, e forse in piena zona Zes con tutti i vantaggi del caso. Amazon, semplicemente, farebbe "investimento altrove.

 

Quello che però va detto è l'urgenza su cui occorre intervenire per salvare il commercio giuliese, teramano, ñ abruzzese. Perché il danno che produce l'on line selvaggio è trasversale e non conosce zona azioni.

 

Senza interventi di sostegno, e non parlo tanto e/o solo di sussidi che ci vogliono ma non bastano, il commercio di prossimità andrà perduto e stop". Secondo Grimi anche i Comune devono comprendere che è finita l'epoca quando a vetrina chiusa corrispondeva vetrina riaperta.

 

"No- aggiunge- quanto sta accadendo con grande velocità è che il commercio muore e basta. Cosa occorre? _ Occorrono aiuti immediati e formazione motivaziona1 e e tecnica alle imprese del commercio. Queste devono da subito ragionare in termini ecosistemici, in termini di reti d'imprese, ed abbracciare progetti comuni. Verbi come coevolvere, coapprendcre, coagire, devono da ora essere il pane quotidiano dell'impresa commerciale.

 

Ovvio, impensabile tutto ciò al di fuori del conteseto dell'associazione di categoria che, in questo momento storico e per quanto riguarda il commercio, è il primo soggetto attivo che dovrebbe essere immediatamente finanziato dal pubblico affinchè agisca subito ed in termini di assoluta concretezza sulle imprese che, da sole, possono pocoo nulla." 

 

Stralcio da MESSAGGERO ABRUZZO