Assoturismo Abruzzo: Pasqua, segnali di ripresa insperati per il turismo

Costa affollata per merito di due grandi eventi sportivi in Val Vibrata e a Roseto All' interno tutto esaurito in molti ristoranti. Zunica: «Situazione incoraggiante»

Turismo, dal fine settimana di Pasqua segnali di speranza. Ne è convinto Daniele Zunica,  presidente di Assoturismo Abruzzo e titolare dell' hotel-ristorante Zunica 1880 di Civitella. E così se nelle zone costiere, complice anche il bel tempo, un certo movimento si vede, nelle zone interne, quelle che sono più a rischio, la situazione sembra essere meno tragica del previsto.

 

La costa teramana non si è fatta trovare impreparata: le spiagge sono pulite quasi dappertutto. E in questi giorni sono stati organizzati due eventi che hanno richiamato parecchie persone: il torneo di calcio giovanile "Easter Cup" che si sta svolgendo in Val Vibrata e il "Trofeo delle regioni" di basket in corso a Roseto.

 

E adesso Zunica segnala il tutto esaurito nel suo ristorante e anche in altre strutture dell' interno. Certo, le prenotazioni nelle strutture alberghiere sono poche, ma almeno c' è un certo afflusso di turisti, anche se solo giornalieri. «A Civitella è stato premiato il lavoro che abbiamo fatto per far capire che il borgo è raggiungibile e agibile», osserva l' operatore turistico, «Certo, facciamo ancora fatica con le camere, bisogna ancora continuare a dare la percezione di sicurezza per le zone interne. Serve una forte campagna di marketing territoriale che faccia capire che l' interno è tranquillo e sicuro».

 

Poi ci sono le azioni che possono fare le singole amministrazioni comunali, ad esempio quella di Civitella «si sta impegnando, dopo aver pulito gli effetti della forte nevicata, per allestire uno spettacolare arredo urbano».Zunica, insieme a Rivo Ciabattoni , presidente di Assohotel Abruzzo e al direttore regionale di Confesercenti Lido Legnini nei giorni scorsi ha incontrato l' assessore regionale al turismo Giovanni Lolli.

 

«Gli abbiamo i rappresentato le perplessità sulle Dmc che in tre anni non hanno prodotto niente», dice al riguardo Zunica, «e gli abbiamo chiesto di rendere partecipi delle iniziative regionali la maggioranza degli operatori che non sono nelle Dmc.

 

Inoltre l' abbiamo sollecitato a intervenire sulle banche -anche sul governo e sull' Abi - per la sospensione dei mutui in base al decreto terremoto che, soprattutto le ex banche locali tardano a concedere. Lui è un uomo concreto: ha detto che si sarebbe attivato subito».

 

Zunica fa anche notare che il decreto sull' esenzione fiscale ci darà una forte mano a tutta l' imprenditoria.In definitiva il presidente di Assoturismo guarda «con occhio leggermente più sollevato al futuro. I problemi del turismo restano, ma c' è una ripresa insperata».

 

stralcio da Il Centro