Assoturismo Confesercenti Emilia Romagna: Estate difficile per molti alberghi Meno italiani, salvati dagli stranieri

Secondo i risultati dell'indagine Assoturismo Confesercenti Emilia Romagna nel trimestre giugno agosto i turisti sono calati dell' 1%. Sono mancati soprattutto gli italiani, mentre gli stranieri hanno risposto meglio.

 

Tra le cause indicate dai 564 imprenditori alberghieri interpellati ci sono le condizioni meteo, la crisi e l'incertezza economica e la frenata dei consumi turistici, ma soprattutto la ripresa delle destinazioni balneari nel Mediterraneo fra i maggiori competitor della riviera adriatìca.

 

Tra i mercati stranieri in aumento troviamo scandinavi, olandesi, belgi, francesi, russi e altre nazionalità dell'Est. Stabili le provenienze dalla Gran Bretagna, Svizzera, Giappone, Canada e Stati Uniti.

 

«Una stagione estiva complicata - afferma Filippo Donati, presidente Assohotel regionale - Non si deve però abbassare la guardia, continuando a sostenere gli sforzi delle imprese che vogliono continuare a investire (31%) e la promozione sui mercati internazionali».

 

Stralcio da RESTO DEL CARLINO