Assoturismo Modena:Il grande caldo fa bene al turismo

L'ampia offerta di eventi culturali e sportivi attrae gente

Bilancio positivo, complice il gran caldo e il bel tempo, per le presenze turistiche nel nostro Appennino, con punte d' incremento da record e da tutto esaurito, soprattutto nei fine settimana di luglio. Ad analizzare questa prima parte della stagione è Assoturismo-Confesercenti Modena, che ha monitorato qualche decina di strutture ricettivo-alberghiere ed extra alberghiere dei centri turistici montani.

 

«Il tipo di turismo che sceglie le località appenniniche è ancora prevalentemente di provenienza regionale ed extra provinciale - riferisce l' associazione -, mentre non manca qualche straniero (quota però ancora minoritaria). Ci sono anziani, alcuni anche con soggiorni di un paio di settimane, e famiglie. Molti gli sportivi. Riguardo ad agosto, iniziato solo da qualche giorno, buono il trend delle prenotazioni con i posti verso l' esaurimento per la settimana di Ferragosto».


Oltre al caldo torrido, ha contribuito al bilancio anche «l' ampia offerta di eventi messa a punto nelle varie località turistiche, distribuiti tra venerdì, sabato e domenica, in grado di generare forte attrazione: da un lato per la proposta di appuntamenti culturali, enogastronomici e sportivi di richiamo, dall' altro la voglia di rifuggire dalla calura. In questo contesto - prosegue Confesercenti - si inseriscono le previsioni al momento positive per il mese in corso, agosto, supportate anche da una consistente mole di prenotazioni, già pervenute, sul week end lungo, nonché la settimana di Ferragosto».


Da segnalare in deciso aumento anche chi opta per il campeggio per trascorrere qualche giorno di riposo. Un buon incremento è stato registrato anche tra i giovani sportivi, che hanno riempito hotel e strutture ricettive soprattutto nei week end, per praticare mountain bike (sta avendo successo l' uso di biciclette a pedalata assistita) e trekking.

 

«Stabile, con punte di incremento, invece il segmento legato al turismo climatico, in particolare gli anziani e le famiglie con bambini, unitamente a quello legato ai ritiri delle compagini sportive - prosegue l' associazione -. Ad essere preferito però resta il week-end lungo.
Escursioni e trekking in quota continuano a tenere banco e ad aver seguito, che si rafforza se unito ad iniziative quali la possibilità di vedere l' alba o assistere a concerti dal vivo sui monti».

 

stralcio da Il Resto del Carlino