Balneari: Albonetti, siamo nel limbo protesta inutile

Fuori dal coro, quantomeno sulla manifestazione che si svolge a Roma, è Claudio Albonetti, presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti, la federazione che riunisce le piccole imprese della balneazione, della ristorazione e del settore ricettivo.

 

«Sulla manifestazione ho poco da dire», rileva, «non so se salta, se non salta.

Comunque sono convinto che non serva andare in piazza per battere grancassa. Anche la legge delega è uno strumento che sicuramente ci darà un po' di fiato, ma noi alla fine dobbiamo fare in modo che la specificità dei diversi Paesi restino amministrativamente compito dei singoli Stati».


Albonetti fa il punto della situazione: «Attualmente c' è l' inammissibilità delle proroga fino al 2020, il governo ha bloccato tutto e noi siamo in un limbo. Per questo ritengo che la protesta sia inutile.

 

Anzi, accostarci, ma questo è un mio parere personalissimo, ai tassisti, che chiedono un qualcosa di monopolistico, in una situazione di libero mercato, non va bene, mentre noi chiediamo la possibilità di rimanere sul mercato per continuare a fornire un servizio alla collettività.

Ci sono parecchie migliaia di chilometri di costa», conclude Albonetti, «e se dobbiamo andare verso una normativa nuova, andiamoci pure. Ma che cosa succede a chi ha acceso un mutuo?».

 

 

 stralcio da Il Centro