DDL Concorrenza: bene turismo e avvio riforma trasporto pubblico non di linea

Interventi positivi per turismo  e trasporti. 

Così Assoturismo Confesercenti sul DDL Concorrenza, che ha ottenuto oggi il via libera definitivo dal Senato.

 

Tra gli interventi positivi del DDL, c’è senz’altro l’annullamento del parity rate che sancisce, una volta per tutte, la nullità delle clausole contrattuali che limitano la libertà di impresa vietando alle attività ricettive di offrire prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli praticati dalle piattaforme telematiche.

 

Accogliamo con moderata soddisfazione anche l’avvio della riforma del trasporto pubblico non di linea. La riforma non era più rinviabile, anche se la delega al Governo prevista dal DDL non è perfettamente in linea con quanto sancito recentemente dal Consiglio di Stato. Bisogna individuare un percorso che segua i principi della concorrenza e del diritto europeo - con una più netta separazione dei servizi di noleggio con conducente (NCC) e di taxi - della regolazione delle attività delle piattaforme tecnologiche e dell’adeguamento del sistema sanzionatorio proporzionalmente alla gravità delle violazioni.