La Corte Costituzionale rigetta il ricorso sul codice case vacanze

Rebecchi, Presidente Confesercenti Lombardia: 'Garantiti trasparenza e rispetto delle regole'

E’ accolta con grande soddisfazione da parte di Confesercenti Lombardia, la sentenza della Corte Costituzionale che, oggi, ha rigettato il ricorso contro la legge regionale lombarda che aveva istituito il CIR-Codice Identificativo di Riferimento per le Case Vacanze in Lombardia.

 

Una legge promossa proprio da Confesercenti, che ha lavorato al fianco della Regione (e in particolare dell’Assessore Lara Magoni) per raggiungere questo risultato e che, ora, con il Presidente Confesercenti Lombardia Gianni Rebecchi, esprime grande soddisfazione.

 

Il Codice Identificativo di Riferimento della Lombardia viene assegnato dalla Regione, dopo che il proprietario dell’immobile da affittare ne ha fatto richiesta al Comune di competenza. Deve essere indicato su tutti gli annunci pubblicitari e promozionali, comprese le piattaforme di prenotazione online.