Meeting Industry: Confesercenti incontra Padova Convention Bureau

“Lavoriamo con le guide per far promuovere il turismo a Padova e per far conoscere le opportunità e le esigenze di questo mercato”

Il settore del turismo congressuale italiano continua a godere di buona salute e Padova ha i numeri per diventare a tutti gli effetti destinazione appetibile per ospitare congressi anche a livello internazionale. 

 

Certo in questo momento è difficile quantificare l’indotto del turismo congressuale. Non esistono  indagini precise in merito all’aumento del flusso di turisti che questo porterà, ma riteniamo che per la città possa significare non meno di 50/60 mila congressisti. Numeri che si traducono non solo in presenze presso strutture alberghiere ma anche ristorazione, shopping e visite della città.

 

Oggi Confesercenti ha organizzato un incontro presso la propria sede con Laura Favaretti, la Responsabile di Padova Convention Bureau, per far conoscere alle proprie guide associate le possibilità offerte dalla Meeting Industry e per comprendere meglio le esigenze e le opportunità di questo mercato. Un momento di riflessione che ha aperto anche a nuove modalità di collaborazione.

 

Sempre più infatti, le nostre guide turistiche sono un veicolo di promozione della città.

Abbiamo bisogno di organizzare la destinazione turistica, continua la nota di Confesercenti, coinvolgendo strutture del turismo: ricettive, accoglienza, guide turistiche, viaggi. Guardiamo con piacere anche all’arrivo di un grande organizzatore di mostre (pensiamo a cosa porterà Van Gogh) ma ci auguriamo che rispetto ai flussi turistici, ci sia la stessa collaborazione che è nata sul turismo congressuale e non che arrivi un pacchetto già pronto senza alcune ricaduta sul territorio.