Nessuno in Liguria come La Spezia

Superate le 500 mila presenze

 

Nel 2018 gli stranieri sono stati più del doppio degli italiani Segno positivo anche per Monterosso, Levanto e Lerici Marco Toracca.

La Spezia è prima in Liguria per l'incremento dei flussi turistici. Lo dicono i dati regionali 2018 che denotano un balzo deciso in avanti sull'anno precedente.

 

Numeri che dicono chiaramente che il capoluogo di provincia dell'estremo levante ligure abbia fatto meglio di tutti da Sarzana a Ventimiglia superando molti comuni anche di forte tradizione turistica che registrano addirittura percentuali negative. «I numeri dicono che lo scorso anno abbiamo registrato un incremento del1'8,56 per cento degli arrivi sull'anno precedente (2017) e del 5,88 per cento sulle presenze», ha spiegato il sindaco Pierluigi Peracchini nel corso dell'incontro tenuto ieri mattina in sala giunta con l'assessore al Turismo Paolo Asti e i rappresentanti delle associazioni di categoria Confcommercio, Confesercenti, Confindustrie e mondo cooperativo.

 

«Ciò dimostra che siamo un territorio in crescita che attira turisti dopo i ritardi del recente passato - ha aggiunto Peracchini - Non solo : tutte le previsioni negative lanciate lo scorso anno in occasione del nuovo profilo della tassa di soggiorno sono state smentite. Anzi per quanto riguarda questo aspetto sottolineiamo che i fondi saranno investiti nel pieno rispetto di quello che prevedono le disposizioni regionali in materia». Ha aggiunto Peracchini: «Guardiamo al futuro certi che il proficuo rapporto che si sta portando avanti darà ulteriori frutti. A partire dal tavolo tecnico del turismo che la prossima settimana vedrà la prima seduta operativa. L'obiettivo è quello di vedere crescere le presenze nei periodi di bassa stagione».

 

Nel dettaglio alla Spezia sono giunti 164.856 stranieri con un incremento di 16 mila persone sul 2017 (+11.44%) e 72.088 italiani con una crescita di 1.770 persone (+2.52%). Complessivamente si tratta di 236.944 arrivi contro i 218.257 dell'anno precedente sul fronte arrivi, m pratica il numero di clienti ospitati nelle strutture ricettive. Sul versante presenze, dato che segnala invece il complesso delle notti trascorse in albergo i numeri dicono 507.726 presenze del 2018 contro 479.552 del 2017 (+5.88%).Scindendo il dato si tratta di 364.108 stranieri e 143.618 italiani.

 

«Questo risultato è stato raggiunto grazie a un impegno importante sul fronte delle relazioni che sono state promosse in questi ultimi mesi a partire dalla Cina», ha detto Asti. «La Spezia è la città ligure che ha registrato il maggiore incremento in Liguria segno che il territori ha volontà di crescere. La nascita della Dmo, destination management organization, va proprio in questo senso».

 

Tornando ai numeri La Spezia si lascia alle spalle il capoluogo di regione, Genova, che segna +3,72% sugli arrivi e +2,42% sulle presenze oltre a centri dal rinomato appeal turistico come Santa Margherita Ligure -2,92% per gli arrivi e 2,09 per le presenze oltre a Sestri Levante -6,14% e -3,46% senza dimenticare San Remo -2,97% e 1,27%. Restando nella provincia della Spezia dato positivo ma inferiore al- la Spezia per Monterosso al Mare +2,26% per gli arrivi e + 2,03% nelle presenze mentreLevanto registra +2,86% e 1,28% e Lerici +1,35% e +0,97%.— Peracchini punzecchia: «Le previsioni negative per la tassa di soggiorno sono state smentite» Comitiva di turisti in via del Priorie: impensabile vederla fino a qualche anno fa.

 

Stralcio da SECOLO XIX LA SPEZIA