Roma: a Pasqua cresce il turismo in arrivo italiani ed europei, boom dei bed & breakfast

A Pasqua cresce il turismo In arrivo italiani ed europei, boom dei bed & breakfast. Numeri positivi e rosee previsioni per il turismo a Pasqua. Aumentano le prenotazioni negli alberghi. E anche se non si ritornerà ai tempi d'oro, quando si poteva contare su ricchi ospiti d'oltre Atlantico, un miglioramento c'è.

 

Diversi e migliori i dati dell'Ente bilaterale per il turismo: gli arrivi previsti negli alberghi e nelle altre strutture ricettive (353 mila) fanno registrare un incremento del 4,44% e le presenze (921 mila) indicano una crescita del 4,60% rispetto a Pasqua 2017. Questi primi dati dell' Ebt dicono anche che negli hotel gli arrivi sono 243 mila (+2,75%) e le presenze 600 nula (+3%), mentre negli esercizi complementari, come i b&b, si registra un successo ancora maggiore: 110 mila arrivi, +8,37%, e 321.000 presenze, +7,72%.

 

«Il periodo di Pasqua si conferma in crescita per il turismo nella capitale», ha detto l'assessore allo Sviluppo economico Adriano Meloni. A scegliere di visitare Roma, però, non saranno turisti di paesi lontani. «Sono solo pochi giorni - commenta ancora il presidente di Federalberghi - quindi saranno soprattutto italiani, al massimo europei». E «speriamo che i numeri siano confermati - afferma il presidente di Confesercenti Valter Giammaria -, che l'ultimo allarme terrorismo non incida sugli arrivi. Disdette per il momento non ce ne sono, ma non si dovrebbero lanciare allarmi che non siano più che fondati».

 

Per il presidente di Confesercenti, però, «la città dovrebbe essere più accogliente e con più decoro, senza strade piene di abusivi: allora potrebbe migliorare anche la qualità del turismo e il suo indotto».

 

Livio Laurenza, un locale dietro piazza Navona più altri in centro, afferma di aver già ricevuto «molte prenotazioni dagli alberghi e sono moltissimi i turisti in circolazione», mentre per Claudio Pica, presidente dell' Aeper, l'associazione dei pubblici esercizi, «un leggero incremento per Pasqua c'è, dal 4 al 6%. Segnali positivi ce ne sono: c'è il ritorno di un turista un pochino più in grado di spendere, ma bisogna continuare e creare.

 

Stralcio da Corriere della Sera