Piano Strategico del Turismo 2017-2022

Si informa che, lo scorso 27 luglio, il Comitato permanente di promozione del turismo, alla presenza del Ministro Dario Franceschini, del Sottosegretario Dorina Bianchi e di tutta la Direzione Generale del turismo del Ministero dei Beni Culturali, ha approvato l’impianto e la struttura del Piano Strategico del Turismo 2017-2022, che alleghiamo per vostra opportuna conoscenza, con gli aggiornamenti e le indicazioni emerse nel corso di quest’ultimo incontro.

 

Il Comitato permanente, presente il Presidente di Assoturismo, Claudio Albonetti, e lo staff di Assoturismo nazionale, ha dunque deliberato di approvare nelle linee generali la struttura, gli obiettivi e gli strumenti del Piano, finalizzato a rilanciare nel prossimo quinquennio la leadership del nostro Paese nell’ambito turistico, la competitività del sistema delle imprese, la qualità dell’offerta e la stabilità dell’occupazione in un quadro normativo certo e ben delineato, condiviso anche dagli organismi regionali.

 

Alla formulazione di questo Piano hanno contribuito, con particolare impegno, professionalità e competenza, i nostri Dirigenti delle Federazioni di categoria del settore turistico partecipando alle sessioni di lavoro tematiche, alla Conferenza di Pietrarsa (Napoli) nell’aprile scorso, ed a tutte le altre riunioni ed incontri organizzati per l’occasione, oltre a predisporre documenti e proposte, formulando richieste ed osservazioni, mettendo sempre all’attenzione dei responsabili ministeriali e delle istituzioni regionali gli interessi e le aspettative delle imprese che rappresentiamo.

 

Naturalmente le nostre attenzioni si sono rivolte principalmente all’obiettivo generale “B” – Accrescere la competitività del sistema turistico.

Il Piano verrà elaborato nella sua versione definitiva a settembre per poi essere approvato dal Consiglio dei Ministri.

 

Riteniamo che, al di là degli obiettivi e degli strumenti che sono stati delineati, quali quello della sostenibilità, dell’innovazione e dell’accessibilità per qualificare le azioni finalizzate a valorizzare l’offerta ed orientare lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, il Piano rappresenti un primo importante passo per mettere al centro dell’agenda del Governo il turismo come asset fondamentale per il rilancio economico del nostro Paese.

 

Accanto alla struttura del Piano sono state, successivamente, predisposte da Assoturismo, una serie di azioni che rappresentano gli aspetti più pratici ed operativi per realizzare in concreto gli obiettivi che stanno alla base di questo progetto di rilancio del turismo italiano, e che verranno divulgate in una seconda fase.